A fianco di Crédit Agricole per le manutenzioni elettriche e meccaniche

November 16, 2018


A seguito della partnership con il gruppo CAMST, che ha scelto ERLUX come fornitore ufficiale nell’ambito dell’impiantistica elettrica, meccanica e speciale (collaborazione avviata con la ristrutturazione del supermercato COOP di Bellaria), si è concretizzata una commessa di altissimo profilo e spessore per l’impresa guidata da Emanuele Rinieri.

Si tratta dell’attività di manutenzione elettrica e meccanica presso le 160 filiali emiliano-romagnole di Crédit Agricole, gruppo cooperativo di credito francese che sta investendo con forza sul territorio italiano.

“Questa commessa – spiega Ricardo Raczek, responsabile commerciale ERLUX – è frutto di una gara di appalto che si è aggiudicata CAMST e che viene svolta dalla nostra azienda in quanto partner del gruppo bolognese, tramite un contratto quadriennale. Siamo operativi in questo contesto dall’inizio di settembre e concretamente la nostra attività si sta sviluppando su tre ambiti ben precisi: l’assistenza all’impiantistica elettrica e meccanica (ordinaria e straordinaria), il rifacimento di tali impianti all’interno di filiali oggetto di ristrutturazione e l’assistenza h24 per far fronte alle emergenze. Nei primi due mesi di attività abbiamo visitato tutte le 160 filiali emiliano romagnole di Crédit Agricole, per effettuare verifiche in merito allo stato degli impianti rispetto alle normative vigenti e per ipotizzare possibili migliorie finalizzate all’efficienza e al risparmio energetico”.

Il team di progetto per questa importante commessa è composto, oltre che da Raczek, anche da Fausto Fiorini, che coordina tutti gli interventi, sui quali sono impegnati dai 2 ai 6 addetti per ogni azione sul campo.

“La partnership con CAMST e con Crédit Agricole – conclude Ricardo Raczek – consolida e rafforza il ruolo di ERLUX, quale impresa di punta nel campo dell’energia: si tratta di un riconoscimento importantissimo che ci proietta potenzialmente su mercati nazionali di altissimo livello e che, di fatto, conferma gli alti livelli di professionalità che abbiamo raggiunto”.