Autosalone Big Boss: anche ERLUX al fianco di Riccardo La Corte

July 27, 2018


Dalla mente creativa del mitico Big Boss, al secolo Riccardo La Corte, fondatore di America Graffitti, la catena di ristoranti fast food che si ispira ai favolosi anni ’50 negli Stati Uniti, è nata un’altra idea imprenditoriale di sicuro fascino e successo. Si tratta di un autosalone recentemente inaugurato a Forlì, anch’esso ispirato al medesimo periodo americano: in questo caso, però il protagonista non sarà il cibo, bensì le auto d’epoca di quella straordinaria stagione, che sono stati gli anni ’50 negli States.

Lo show room, che ha sede in via Borelli nella zona industriale di Forlì, neanche a dirlo, prenderà la denominazione di Autosalone Big Boss e metterà in bella vista splendide vetture originali, riconducibili a marchi storici e prestigiosi come Cadillac, Buick, Chevrolet, Ford, Pontiac, solo per citarne i più noti, dando vita ad un’esposizione unica in Romagna.

Erlux, che ha seguìto fin dal 2008, l’ascesa di La Corte con gli America Graffitti, è ancora a fianco dell’imprenditore forlivese ed è stata coinvolta in varie attività per la sistemazione della sede dell’Autosalone.
“Nel dettaglio – spiega Andrea Zanetti, responsabile del progetto – abbiamo curato all’interno del capannone di via Borelli (circa 1000 mq suddivisi in area espositiva, uffici, magazzino e sala riunioni) il riadeguamento dell’impianto elettrico e la realizzazione degli impianti meccanici (riscaldamento e condizionamento): inoltre abbiamo progettato ed installato un impianto di allarme completo e innovativo, al fine di proteggere in maniera adeguata uno stabile che conterrà esemplari di vetture di grande valore economico. Tale impianto si compone, per la parte esterna, oltre ad un sistema di videosorveglianza, di barriere a infrarossi e di sensori sismici sulle vetrine, mentre per gli interni abbiamo optato per sensori volumetrici e contatti sulle finestrature”.

Questa commessa ribadisce quanto siano importanti per ERLUX, come per i propri clienti, i rapporti di fiducia, per consolidare, in partnership, i reciproci business: ciò è avvenuto in un recente passato con Riccardo La Corte, producendo livelli di soddisfazione comune: in questo caso ci sono tutti i presupposti per ciò si realizzi di nuovo.