Impiantistica elettrica, meccanica e speciale presso il gruppo Amadori

aprile 19, 2019


Dire Amadori in Italia significa valorizzare l’ingegno dell’imprenditoria romagnola e la capacità di trasformare un’azienda di produttori in un colosso industriale. In effetti dalla sua fondazione (1969) ad oggi di strada ne è stata fatta: allora era uno dei tanti macelli avicoli del territorio avicolo, mentre oggi è leader nazionale ed internazionale nel settore agroalimentare, basti pensare che oggi il gruppo presenta da solo una quota di mercato nazionale delle carni avicole pari al 30% sul totale, conta oltre 7.500 collaboratori e supera i 1.200 milioni di euro di fatturato.

Naturale, quindi, che per ERLUX sia un vanto il fatto di collaborare con questo gruppo agroalimentare, testimonianza concreta della credibilità e della professionalità messa in campo in questi anni. Recentemente lo stabilimento cesenate di Amadori è stato oggetto di una ristrutturazione dei locali mensa a servizio dei dipendenti, sui quali ERLUX è stata coinvolta per quanto concerne le componenti elettriche, gli impianti speciali e quelli meccanici.

“Abbiamo curato – spiega Ricardo Rackzec, responsabile commerciale dell’azienda – la realizzazione di tutti gli impianti elettrici, il progetto di illuminazione a led, i cablaggi per la forza motrice e la stesura con programmazione degli impianti speciali legati alla linea centralino e al WI-FI, in modo che i dipendenti, durante la pausa pranzo, abbiano la possibilità di collegarsi liberamente alla rete. Per quanto concerne la parte meccanica, invece, abbiamo predisposto tutti gli allacciamenti relativi all’impianto di riscaldamento e ai relativi vetilconvettori. Oltre a ciò, ci siamo occupati anche dei collegamenti elettrici dell’impianto di irrigazione, a servizio delle aree verdi esterne ai locali mensa”.

Si è trattato, quindi, di una commessa prestigiosa sia per il livello del committente, che per le forze messe in campo: le attività presso la mensa Amadori, infatti, hanno impegnato per due mesi un team di 3 addetti, coordinati dal tecnico di cantiere Denise Sauchelli, dal capocantiere Senad Shabani, con la supervisione del già citato Rackzec.