Light Building 2018 a Francoforte: ERLUX presente

March 30, 2018


Una delegazione ERLUX ha visitato Light + Building 2018, l’evento leader al mondo per il settore dell’illuminotecnica e l’automazione, svoltosi presso la Fiera di Francoforte sul Meno dal 18 al 23 marzo scorso. Per capire la portata dell’evento basta citare qualche numero; 220.000 visitatori (provenienti da 177 Paesi), 2.700 espositori (in rappresentanza di 55 Nazioni), livelli di internazionalizzazione dell’evento impressionanti sia per quanto concerne i partecipanti (70%) che le imprese presenti con propri stand (52%).

Nel corso della giornata trascorsa in fiera (19 marzo) il team ERLUX, composto da Emanuele Rinieri, Andrea Zanetti, Ricardo Raczek, Antonio Facchino e Luigino Pasquale, ha avuto la possibilità di visionare, nell’ambito dell’illuminazione, le più innovative soluzioni basate su tecnologie LED, applicabili sia in ambito civile, come nel campo industriale.

Ciò che è più interessante, da quanto è emerso nel corso della kermesse tedesca, sono però i livelli di diffusione di KNX, il protocollo standard mondiale aperto per l’automazione degli edifici: una soluzione che, grazie alle proprie caratteristiche presenta possibilità di personalizzazione pressochè infinite di un sistema domotico. La migliore dimostrazione di tutto ciò viene dal fatto che attualmente è adottato da oltre 400 aziende produttrici al mondo che operano in ben 44 Paesi diversi.

“Questi aspetti relativi al KNX – commenta Andrea Zanetti, responsabile tecnico di ERLUX – consolidano gli orientamenti che, come azienda, abbiamo preso da tempo, adottando tale standard: questo tipo di soluzione ci permette di approcciare ogni progetto di automazione, in ambito civile come in quello industriale, con flessibilità e con la reale possibilità di personalizzare il sistema secondo le specifiche esigenze della clientela”.

“Un altro aspetto di rilievo che abbiamo colto a Francoforte – conclude Zanetti – riguarda la massiccia presenza della componente termica nei contesti energetici e di automazione e non solo per quanto concerne le soluzioni di termoregolazione: tutto ciò sta a dimostrare quanto l’integrazione fra parte elettrica e meccanica sia funzionale in contesti di domotica, finalizzati al raggiungimento di alti livelli di efficienza energetica. Anche in questo caso siamo di fronte ad un’interessante conferma in merito ai nostri ultimi sviluppi di business, che hanno visto l’allargamento dei nostri servizi a tutto il comparto dell’impiantistica meccanica”.